Contatore accessi gratuito

Benvenuti nel nostro sito web WWW.QGIMPIANTI .IT

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulla nostra azienda e le nostre attività. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi.

Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.

La FIDUCIA è un patto non scritto che nasce da un legame profondo e dalla certezza che chi dona fiducia riceve fiducia, SICURI che solo così sarà possibile compiere le imprese più forti.Creatività, lungimiranza, capacità di rischiare, orgoglio, fatica, audacia, determinazione, entusiasmo, condivisione, intuito, spirito di squadra, tradizione, contiguità con l’arte, memoria. Molti sono gli ingredienti che fanno una piccola azienda ad essere al vostro servizio 24h su 24h....

 

QG IMPIANTI esegue lavori su impianti di:

 

QG IMPIANTI  esegue lavori su impianti di:

PROGETTAZIONE – INSTALLAZIONE – MANUTENZIONE PER:

1. IMPIANTI ELETTRICI ( CIVILI E INDUSTRIALI )

2. IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE

3. IMPIANTI RADIOTELEVISIVI ED ELETTRONICI

4. IMPIANTI PROTEZIONE SCARICHE ATMOSFERICHE

5. IMPIANTI IDRICI E FOGNANTI

6. IMPIANTI TERMICI

7. IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VENTILAZIONE

8. IMPIANTI GAS COMBUSTIBILI

9. IMPIANTI AD ENERGIA SOLARE

10. IMPIANTI ANTINCENDIO

11. IMPIANTI SEGNALETICA DI SICUREZZA

12. IMPIANTI DI ALLARME E VIDEOSORVEGLIANZA

13. MANUTENZIONE CONDOMINI

14: DOMOTICA E HOME AUTOMOTION;

15: IMPIANTI ANTIINTRUSIONE;

16: IMPIANTI VIDEOSORVEGLIANZA;

17: IMPIANTI CITOFONIA E  VIDEOCITOFONIA ;

18: LUMINARIE PER FESTE ,MATRIMONI , RICORRENZE RELIGIOSE E ADDOBBI NATALIZI ;

19: ELETTRIFICAZIONE TORRI CAMPANILI E OROLOGI

 

 Professionalità e serietà nei servizi richiesti. 

SICUREZZA NELL'USO DEGLI IMPIANTI

            SICUREZZA NELL'USO DEGLI IMPIANTI

Gli incidenti domestici, di cui spesso sono vittime i bambini, possono essere causati sia da impianti elettrici o del gas non a norma di legge, sia dall'uso disattento degli elettrodomestici.
In ogni abitazione si trovano numerose prese di corrente che, se non protette adeguatamente, possono essere causa di folgorazioni, specialmente per i bambini; elettrodomestici difettosi provocano pericolose dispersioni di corrente; impianti realizzati con approssimazione o apparecchi elettrici usati in prossimità dell'acqua possono provocare incidenti spesso mortali. Anche il gas può essere pericoloso e senza la dovuta attenzione può provocare pericolosi incidenti.

Molti di questi consigli valgono più per i tuoi genitori che per te, però tu puoi fare in modo che i tuoi familiari si comportino correttamente, ecco come comportarsi con l’impianto elettrico salvaguardando la sicurezza:
Fate installare la messa a terra e l'interruttore differenziale "salvavita"
L'impianto di messa a terra e il salvavita sono elementi indispensabili per la sicurezza nell'uso degli apparecchi elettrici. L'impianto di messa a terra disperde nel terreno la corrente nel caso in cui l'isolamento degli apparecchi sia difettoso, evitando così il pericolo di folgorazione il salvavita blocca il passaggio di energia elettrica.
Non improvvisatevi tecnici
Non tentate di riparare con adesivo o nastro isolante cavi, spine, prese, portalampade: è un rischio inutile. Ricordate che riparazioni mal eseguite possono essere fonte di gravi pericoli. Spine, prese, cavi rovinati vanno sostituiti.
Quando cambiate una lampadina, staccate l'interruttore generale
Prima di iniziare qualsiasi lavoro sull'impianto elettrico, anche il più semplice, è necessario staccare l'interruttore generale. Non mettete mai una lampadina con una potenza superiore a quella indicata sull'apparecchio.
Quando usate una prolunga staccate prima la spina a muro
Se avete finito di usare una prolunga, spegnete l'apparecchio e staccate per prima la spina collegata alla presa a muro. In questo modo evitate che ci siano parti di filo elettrico in tensione. 
Non togliete la spina tirando il filo
Non tirate mai il cavo per togliere una spina dalla presa: si corre il rischio di "strappare" la presa dal muro, di rompere il cavo o di rovinare l'isolamento dei fili e di provocare quindi un corto circuito.
Attaccate un solo apparecchio ad ogni presa di corrente
Attaccate ad una presa sempre solo un apparecchio e non utilizzate prese multiple per collegare contemporaneamente diversi apparecchi. Ciò potrebbe causare un corto circuito o addirittura un incendio.
Non usate gli elettrodomestici con le mani bagnate o a piedi nudi
Non usate gli elettrodomestici con le mani bagnate o a piedi nudi: in caso di "scossa" le mani bagnate e i piedi nudi facilitano il passaggio della corrente elettrica attraverso il corpo, questo può causare conseguenze anche gravissime.
Non avvolgete il filo elettrico sul ferro da stiro ancora caldo
L'elevata temperatura della piastra danneggia l'isolamento del cavo: aspettare che il ferro sia freddo prima di riavvolgere il filo.
Staccate la spina prima di mettere l'acqua nel ferro a vapore
Prima di aggiungere acqua al ferro a vapore è buona norma spegnere il ferro ed estrarre la spina. L'acqua potrebbe bagnare un filo rovinato e provocare una dispersione di corrente.
Usate con attenzione l'elettricità in bagno
Quando siete a contatto con l'acqua, non usate apparecchi collegati alla rete (radio, stufe, asciuga-capelli, rasoi...). Una radio o una lampada, collegata alla rete elettrica, che cade nella vasca mentre si fa il bagno provoca conseguenze mortali.
Per essere sicuri spegnete lo scaldabagno
È buona norma staccare l'interruttore dello scaldabagno elettrico prima di entrare nella vasca o mettersi sotto la doccia.
Non usate apparecchi elettrici quando siete bagnati
Mani asciutte e pantofole ai piedi sono indispensabili per radersi col rasoio elettrico o asciugarsi i capelli in modo sicuro.
Per pulire i piccoli elettrodomestici non immergete parte elettrica nell'acqua
Le infiltrazioni nel meccanismo e nelle parti elettriche potrebbero provocare, al momento della successiva accensione, un corto circuito.
Non toccate le lampade alogene con le dita
Utilizzate sempre un panno per evitare di rovinare la lampada e di scottarvi le dita.
Attenzione alle luci per esterno
I normali portalampade non vanno bene per l'esterno. Gli apparecchi da installare all'aperto devono avere protezioni speciali contro l'umidità e devono essere espressamente garantiti dal costruttore per gli ambienti esterni.
Fate installare prese di sicurezza
Per evitare pericoli fate installare prese di sicurezza con il marchio IMQ. Nei fori ci queste prese è impedita l'introduzione di corpi estranei. Se avete prese di corrente di vecchio tipo e in casa ci sono dei bambini, inserite su tutte le prese gli appositi tappi isolanti.

                      

NOVITA'.................................................

È arrivato ieri sera il via libera di Montecitorio al disegno di legge che consente l'installazione delle telecamere a circuito chiuso negli asili e nelle strutture per anziani e disabili, pubbliche e private.

Il testo, frutto dell'unione tra più progetti di legge (qui sotto allegato), è stato approvato con 279 voti a favore, 22 contrari e 69 astenuti e mira a prevenire e contrastare gli abusi, anche di natura psicologica, sui soggetti più indifesi, di cui molto spesso i media hanno dato notizia (ndr: l'ultimo caso è di ieri e riguarda una struttura per anziani nel salernitano chiusa dopo i maltrattamenti ai pazienti da parte degli operatori).

La nuova legge non istituirà una sorta di "grande fratello" ma consisterà in un occhio discreto, a disposizione di chi potrà permetterselo (i costi infatti saranno a carico delle strutture) e la sua applicazione è ancora tutta da verificare. Rimangono da sciogliere infatti diversi nodi sul fronte privacy, attualmente "tamponati" con la previsione che i video potranno essere visionati soltanto dai pm e non dai genitori. Il testo intanto si avvia al Senato per l'esame definitivo.

I punti chiave:

L'installazione e l'accesso

Punto nevralgico del ddl, al fine di prevenire e contrastare maltrattamenti nei confronti dei minori negli asili nido o scuole d'infanzia, degli anziani e disabili nelle case di cura a carattere residenziale, semi-residenziale o diurno, è la possibilità per di installare, nei locali delle strutture, sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso con immagini cifrate, con un meccanismo a due chiavi: una in possesso della struttura stessa e l'altra di un ente terzo certificato. La raccolta dei dati è utilizzabile a fini probatori in sede di accertamento delle condotte di abuso, fermi restando il "patto educativo e l'alleanza terapeutica".

Per risolvere i problemi sul fronte privacy, il testo prevede che l'accesso alle registrazioni sia vietato, salvo, nel caso di segnalazione o denuncia: ma in tal caso le immagini potranno essere visualizzate soltanto dal pm o dalla polizia giudiziaria su sua delega.

L'installazione avverrà soltanto "previo accordo collettivo con le rappresentanze sindacali unitarie" (ovvero, in mancanza con l'autorizzazione dell'ispettorato del lavoro) e la presenza dei sistemi di videosorveglianza dovrà essere sempre segnalata a tutti i soggetti che accedono ai locali monitorati. È in ogni caso vietato l'uso di webcam.

Inoltre, nelle strutture sanitarie e socio-assistenziali l'uso delle telecamere sarà consentito soltanto nel rispetto della Convenzione Onu sui diritti delle persone disabili e previo consenso degli interessati (ovvero dei tutori se minorenni o incapaci).

Il tutto, infine, dovrà avvenire senza oneri aggiuntivi per lo Stato: ciò significa che le strutture dovranno montare le videocamere a proprie spese.

Le deleghe

Il testo demanda al Garante per la privacy la definizione, entro 60 giorni dall'entrata in vigore, degli adempimenti e delle regole da applicare in relazione all'installazione delle videocamere.

Entro 6 mesi, inoltre, il ministro della Salute (di concerto con i sindacati e previa intesa in sede di Conferenza Stato-regioni) dovrà emanare le linee guida per stabilire le modalità di accesso nelle strutture socio-sanitarie per garantire, laddove possibile, le visite agli ospiti per l'intero arco della giornata. Per quanto concerne, invece, asili nido e scuole dell'infanzia, sarà il Miur a definire le modalità per assicurare il necessario coinvolgimento delle famiglie interessate.

Viene, infine, delegato il Governo ad emanare un decreto attuativo (entro un anno dall'entrata in vigore della legge) che disciplini la formazione e valutazione attitudinale nell'accesso alle professioni educative di cura nelle strutture, sia al momento dell'assunzione in servizio che periodicamente.

Ddl Telecamere Asili

QGIMPIANTI Di Quintana Gianfranco

.... LA VOSTRA FIDUCIA..............

E' IL NOSTRO IMPEGNO.......   

QUOTIDIANO!!!!!!!!!!..............

La FIDUCIA è un patto non scritto che nasce da un legame profondo e dalla certezza che chi dona fiducia riceve fiducia, SICURI che solo così sarà possibile compiere le imprese più forti.

 

 

                                                          …….Clienti che convincono altri clienti.

 

                                                              Questo non è pubblicità .

 

                                               Ma è la storia di questa piccola realtà.......

 

 

Chiamaci ora al  tel. 0833 - 1862734 

cell. 328/0586973 o al 339/2970399

per un preventivo gratuito...!!!

 

Il nostro team di esperti di manutenzione di emergenza sono disponibili 24 ore, 7 giorni alla settimana, 365 giorni l'anno, per assistere ai vostri problemi. prontamente e con competenza!